Le Normative promozionali previste

Prevediamo la Comunicazione a Premio, quando il premio viene pubblicamente ed unilateralmente proposto al Trade, a fronte di un target che il Trade dovrà rispettare, ricordando che la Finanziaria 98 ha fissato dal 1/1/98 il costo complessivo delle Operazioni a Premio (ex Regio Decreto del 1938…) nei riguardi di soggetti IVA, intorno al 50% complessivo dell'importo dello stesso (indetraibilità dell'IVA o imposta sostitutiva, e indeducibile ritenuta alla fonte del 25% del valore ivato).

Assistiamo la ns Azienda Cliente nella realizzazione di Singole Pattuizioni Contrattuali Bilaterali, quale procedura che legalmente esclude la Comunicazione a Premio nei riguardi del Trade, in quanto target proposto a fronte di un singolo soggetto ben identificato.

Questa proceduta è stata da noi esaminata ed approfondita già nel lontano 1995 (come Agenzia di MKTG siamo stati i precursori in Italia…), e la cui regolarità e correttezza ci è stata confermata nel 1997 dallo Studio Victor Uckmar di Genova, a suo tempo nostro prestigioso Consulente.

Questa procedura consente inoltre la corresponsione di un concordato sconto in natura di beni e/o servizi di altrui produzione o commercializzazione (Art 15 comma 2 del DPR 633/72 – Legge IVA), per qualsiasi incentivo prescelto.

Nel caso che gli incentivi siano rappresentati da beni fuori campo iva, quali buoni benzina e/o carte di debito prepagate, e da noi gestiti (come acquisto e consegna), gli stessi NON dovranno essere esposti in fattura dalla ns Azienda Cliente, mentre saremo noi, che ricevendo l’appalto di perfezionare questa operazione incentivante, emetteremo i relativi documenti di consegna nei riguardi del cliente della ns Azienda Cliente, ed eventualmente forniti in copia su richiesta.

Della regolarità giuridica e fiscale di questa procedura, abbiamo ampia e diversificata documentazione in merito, fornibile su precisa richiesta.

Questa procedura non ha limiti quantitativi, essendo legata alla normale gestione degli sconti commerciali.

Suggeriamo alla ns Azienda Cliente l’utilizzo della normativa degli Omaggi (ultimo rinnovo nel 2015), motivati da pubbliche relazioni, o tali da generare, anche potenzialmente benefici, anche in coerenza con le pratiche commerciali del settore, rispettando il plafond previsto rispetto al presunto ricavo globale dell’anno dell’iniziativa incentivante, quale:

l’1,5 % da 0 a 10 milioni, lo 0,6% da 10 a 50 milioni, lo 0,4% oltre (150+24+).